A 4 mesi la pediatra ha sentenziato: svezziamolo! E così fu...

Gli spinaci

Posted: March 9th, 2011 | Author: | Filed under: 12-18 mesi, Svezzamento | Tags: , | No Comments »

Spinaci, uvette e pinoli

Uh, sono verdi!

No, mio figlio non li mangia

No, assolutamente: mai mangiati!

Perché? È questo che mi chiedo, perché?

Forse perché tendiamo a trasferire sui nostri figli, inconsciamente, ovvio, i nostri timori e pregiudizi. Non ce ne accorgiamo, ma loro seguono ogni singolo movimento che noi facciamo, comrpese le nostre espressioni facciali, spesso inconsce. Se a noi non piace qualcosa ci sono delle altissime probabilità che anche loro non sapranno apprezzare quella determinata verdura o frutta.

Gli spinaci, poverini, sono tra i più bistrattati!

Ma la settimana scorsa ci è arrivata una bella busta di spinaci bio.

E così, visto che ora Y mangia solo quello che mangiamo noi (e mai sia che gli si propino qualcosa di diverso: guarda i nostri piatti, indica e pretende quello che mangiamo noi!), mio marito li ha fatti saltati con qualche piccola aggiunta.

Ingredienti

1 kg di spinaci freschi

2 cucchiai di uvette

1 cucchiaio di pinoli

Parmigiano Reggiano

Poco burro

Per 2 persone e mezza come contorno (dove la mezza persona è il bambino)

  1. Sbollentare gli spinaci per 3 minuti in abbondante acqua bollente e leggermente salata.
  2. Scolarli e strizzarli.
  3. In una padella antiaderente, sciogliere una noce di burro e farvi saltare gli spinaci.
  4. Aggiungere le uvette e i pinoli.
  5. Far cuocere per qualche minuti continuando a mescolare.
  6. Alla fine aggiungere il Parmigiano Reggiano e mescolare bene.
  7. Servire.

Spariti nel giro di pochi minuti, sia dal suo sia dai nostri piatti.


Mangio come mamma e papà

Posted: March 2nd, 2011 | Author: | Filed under: 12-18 mesi, Cibo vero | Tags: , , | 1 Comment »

Risotto

Come capire se vostro figlio è completamente svezzato?

La prova del nove

  1. All’Ikea gli prendete il menù bambini a base di pasta, lui ne mangia due pezzettini e poi inizia a puntare con insistenza e caparbia il vostro piatto di polpette. Donateglielo e ritornate in fila a prendere delle polpette per voi…
  2. La mattina gli date il suo biberon di latte e biscotti e per voi tirate fuori una fetta di panettone: lui molla il biberon e inizia a urlare puntando il dito verso il panettone.
  3. Anche se mangiate un’arancia o un mandarino lui ve ne chiederà insistentemente un pezzo, farà una faccia tutta stranita quando l’acido toccherà la sua lingua, poi inizierà ad apprezzarne il sapore e continuerà a chiedervene spicchi su spicchi, mangiandoselo tutto lui.

Quando avverrà tutto ciò?

E chi lo sa! Per mio figlio è successo tra gli 11 e i 13 mesi. Magari ai vostri gili succederà prima o dopo…

Non abbiate fretta! Tanto decidono loro 😉