A 4 mesi la pediatra ha sentenziato: svezziamolo! E così fu...

Cucinare con i bambini: i biscotti

Posted: November 29th, 2011 | Author: | Filed under: Cibo vero, Giochi | Tags: , , , , , | No Comments »

Frollini cuoricini

Alle volte basta veramente poco per passare un’oretta spensierata anche con un bambino sotto i due anni.

Sì, avete letto bene: un’ora! E per un bambino di 22 mesi è un tempo INFINITO!

Cosa vi serve

La ricetta della pasta frolla la trovate sul mio blog Mele al forno.

Vi consiglio di farla o la sera prima o durante il sonnellino del pomeriggio in modo da averla pronta all’uso. Se la fate la sera prima tiratela fuori dal frigo almeno 30 minuti prima. Se la fate durante il sonnellino lasciatela in frigorifero per almeno 30 minuti.

Carta forno

Mattarello

Farina per spolverizzare la carta forno

Formine tagliabiscotti di plastica, con un lato arrotondato in modo che non tagli (non come quello nella foto per intenderci)

Una teglia che vada in forno

Un forno preriscaldato a 180° C

Facoltativo: M&M’s, quelle senza arachidi

Cosa fare

Sistemate il bambino in modo che arrivi facilmente e comodamente al tavolo.

Stendete un piccola parte di pasta frolla sulla carta forno infarinata.

Prendete delle formine che gli piacciono: il cane, il gatto, il treno, il dinosauro, l’automobile… Devono essere anche facilmente riconoscibili.

Aiutatelo a schiacciare bene la formina sulla pasta frolla e poi prendete il biscotto tagliato e adagiatelo sulla teglia del forno ricoperta di altra carta forno.

Riempite così tutta la teglia.

Se usate le M&M’s decorate i biscotti. Lasciategliene una manciata e lasciatelo libero di decorare come preferisce.

Informate i biscotti per 10-12 minuti. Nel mentre potete preparare un’altra teglia o dargli la merenda.

Quando sfornate i biscotti fategli vedere: ne sarà molto orgoglioso!

Anche mia figlia di 6 mesi è stata una spettatrice attenta e divertita!

Uno step successivo potrebbe essere farsi aiutare a confezionarli in fantastici sacchettini da usare come regali di natale!

Disclaimer

Mio figlio di 22 mesi non aveva mai visto in vita sua delle M&M’s, perciò non le ha riconosciute come qualcosa che poteva essere mangiato e lungi da me farglielo sapere!


Le banane

Posted: November 22nd, 2011 | Author: | Filed under: 12-18 mesi, 6-9 mesi, 9-12 mesi, Cibo vero | Tags: , | No Comments »

Non c’è niente che i bambini adorano più delle banane!

E non c’è niente di più semplice per un genitore che avere sempre con sé una banana.

A 6 mesi la mangiamo schiacciata per bene.

A 8 iniziano a mangiarla a fettine.

A 12 gliela dai intera, senza la buccia e se la gestiscono.

Dai 18 si può iniziare a insegnargli a tagliarla con un coltello per bambini, ma con la lama, che taglia poco, ma sempre lama è: anche i bambini hanno la loro dignità e Ikea lo sa!

Le banane sono comode perché hanno la buccia che si toglie facilmente, senza posate, stanno in borsa e gli scarti sono pochi. Sono anche dei frutti morbidi e naturalmente dolci.

Le banane sono le alleate dei genitori!

Ma non solo: problemi di stomaco? Una banana mette tutto a posto, parola di Annabel Karmel!


Organizzare il freezer

Posted: April 27th, 2011 | Author: | Filed under: 12-18 mesi, 6-9 mesi, 9-12 mesi, Cibo vero, Svezzamento | Tags: , , , | 4 Comments »

Freezer organization

Il freezer: che gran invenzione!!!

Specie con un bambino piccolo e poco tempoper cucinare sempre qualcosa di fresco ogni sera.

E così quale strategia migliore se non cucinare in quantità, dividere in mono porzioni e surgelare?

Organizzarsi

Dipende tutto da come siete abituate a fare la spesa. A noi arrivano frutta e verdura biologica una volta a settimana e perciò facciamo normalmente il contrario di chi si fa la spesa da sé: non potendo scegliere, basiamo la nostra dieta su ciò che ci arriva (che tanto è sempre di stagione) e il resto della spesa gira intorno alla cassetta del martedì mattina.

Normalmente perciò vedo quello che c’è nella cassetta e da lì decido cosa cucinare.

Un minestrone? Una ratatouille? Del salmone fresco con pomodorini e carote? Uno stufato di manzo?

Se si parte da ingredienti freschi si può cucinare tutto, passare o frullare, e dividere in mono porzioni e congelare tutto. In una sera si possono congelare porzioni per 7-10 pasti. E la sera dopo uguale.

Ovvio, meglio scegliere preparazioni che richiedano poca attenzione durante la cottura, così mentre tutto cuoce potete mettervi tranquille in poltrona.

Per le porzioni, ne ho scritto qualche mese fa.

 

 


Tiramisù per bambini e donne incinte

Posted: April 15th, 2011 | Author: | Filed under: 12-18 mesi, Cibo vero, Svezzamento | No Comments »

Pandoro & panettone tiramisù

Attenzione: questo post non riporterà la ricetta tradizionale del tiramisù. Quella la potete trovare sull’altro mio blog.

Qui vi do consapevolmente una ricetta modificata per permettere anche a chi non può o non si fida a mangiare uova crude, o a chi non può bere caffè o superalcolici, di non rinunciare al piacere di un buon tiramisù.

Pensata e ideata per mio figlio di poco più di un anno e per me incinta di 7 mesi.

Ingredienti

1/2 dose di crema inglese (dividete tutti gli ingredienti a metà), fredda da frigorifero (basta farla 3 ore prima e metterla a raffreddare)

500 g di mascarpone

Savoiardi (250-300 g a seconda di quanti strati fate e di quanta crema mettete tra uno strato e l’altro: a me piace molto cremoso e metto pochi savoiardi)

Cacao in polvere

Per 6 persone

  1. Scaldate 1 tazza di acqua in un pentolino e una volta giunta a bollore aggiungeteci 2 cucchiai di cacao in polvere, mescolando. Lasciate cuocere per qualche minuto e togliete dal fuoco. Lasciare raffreddare.
  2. In una ciotola capiente, ammorbidite il mascarpone lavorandolo con la frusta.
  3. Aggiungete la crema inglese e sbattete bene con la frusta.
  4. Stendete uno strato di crema sul fondo della teglia. Trasferite la cioccolato che avete preparato in un piatto fondo. Inzuppate i savoiardi solo da un lato e adagiarli sulla crema con il lato inzuppato verso l’alto, uno di fianco all’altro, senza sovrapporli.
  5. Quando i savoiardi avranno riempito lo spazio disponibile, ricoprirli con uno strato di crema e continuare ad alternare crema e savoiardi. Finite con uno strato di crema.
  6. Spolverizzate con il cacao in polvere e lasciate riposare in frigorifero per una notte.

Nota

Se volete una crema più ariosa potete conservare gli albumi dei tuorli con i quali avete fatto la crema inglese, e montarli a neve, aggiungedoli alla fine del passaggio 3.

 

 


La pasta: come condirla

Posted: April 6th, 2011 | Author: | Filed under: 12-18 mesi, 6-9 mesi, 9-12 mesi, Cibo vero, Svezzamento | Tags: , , , , , | No Comments »

Pasta di farro con radicchio e pancetta

La pasta: una gran favorita!

Sia sotto forma di piccola pastina dai 6 mesi, sia quella che mangiamo anche noi, tagliata i primi tempi e poi intera.

Ma come condirla?

In realtà non molto diversa da come la condiamo per noi, ma con qualche astuzia.

Se vostro figlio si annovera tra quelli che rifiutano le verdure, nulla di più facile che fare un normalissimo sugo rosso con le verdure e poi frullare il tutto. Due bei cucchiai di parmigiano e non si accorgerà che ci sono!

Oppure anche semplicemente con olio e parmigiano, nei momenti di frigo vuoto…

O con un ragù di carne

O, adesso che sta arrivando l’estate, frullando dei pomodori freschi con basilico e mezzo spicchio d’aglio.

Nulla di diverso da quello che appunto cucineremmo per noi…

E poi perché non provare con la pasta di farro? Ha un sapore un po’ diverso e rimane leggermente meno al dente… Qui non è mai stata rifiutata 🙂

Anzi, quella nella foto, che rappresenta il formato preferito di Y, è di una semplicità assoluta e molto saporita anche senza l’aggiunta di sale.

Non siate timorosi davanti ai vostri figli: dategli di tutto e cresceranno dei felici onnivori 🙂


Mangio come mamma e papà

Posted: March 2nd, 2011 | Author: | Filed under: 12-18 mesi, Cibo vero | Tags: , , | 1 Comment »

Risotto

Come capire se vostro figlio è completamente svezzato?

La prova del nove

  1. All’Ikea gli prendete il menù bambini a base di pasta, lui ne mangia due pezzettini e poi inizia a puntare con insistenza e caparbia il vostro piatto di polpette. Donateglielo e ritornate in fila a prendere delle polpette per voi…
  2. La mattina gli date il suo biberon di latte e biscotti e per voi tirate fuori una fetta di panettone: lui molla il biberon e inizia a urlare puntando il dito verso il panettone.
  3. Anche se mangiate un’arancia o un mandarino lui ve ne chiederà insistentemente un pezzo, farà una faccia tutta stranita quando l’acido toccherà la sua lingua, poi inizierà ad apprezzarne il sapore e continuerà a chiedervene spicchi su spicchi, mangiandoselo tutto lui.

Quando avverrà tutto ciò?

E chi lo sa! Per mio figlio è successo tra gli 11 e i 13 mesi. Magari ai vostri gili succederà prima o dopo…

Non abbiate fretta! Tanto decidono loro 😉